logocontrovoci

Perseguito e raggiunto l'abbassamento del debito pubblico, obiettivo della nostra campagna elettorale 2015

Sin dalla campagna elettorale del 2015, avevamo indicato come uno degli obiettivi strategici di questa amministrazione l’abbassamento del debito pubblico. Obiettivo perseguito e raggiunto ma che, ovviamente, non si può azzerare in poco più di 2 anni e mezzo ma che unito ad altre misure messe in atto dai nostri uffici porterà, di che se ne dica sui social o nei bar, all’abbassamento ulteriore dalle tasse.

Quest’anno, infatti, nonostante il difficile contesto nel quale ci siamo ritrovati ad operare, siamo riusciti in quello che avevamo promesso durante la campagna elettorale e cioè ad abbassare la TARI.

Il nostro Comune, infatti, è vittima dell’inefficienza e dell’inadeguatezza delle risposte amministrative della Regione Puglia; di recente abbiamo firmato un comunicato congiunto (vedi Gazzetta Mezzogiorno del 25/03/2018) con i comuni dell’ARO3 del quale facciamo parte dove lamentavamo, tra l’altro, anche l’aumento dei costi di conferimento in discarica passati da circa € 70 a circa € 113. Alcuni comuni dell’ARO3, a differenza di Veglie, si ritroveranno ad aumentare l’importo della TARI superando anche il 9%. Tra l’altro, da quando siamo riusciti nell’intento di portare la raccolta differenziata porta a porta su tutto il territorio comunale, i costi del servizio sono aumentati passando da circa € 2.107.000 a circa € 2.191.000, valore che per giunta è nettamente inferiore a quanto ipotizzato nelle linee guida del MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze) che indicavano per il nostro comune un importo di costo di circa €2.800.000.

Nonostante tale quadro negativo si è riusciti ad evitare l’aumento della TARI grazie all’ottimo lavoro svolto dalla nuova ditta per la raccolta dei rifiuti (con un servizio più efficace ed efficiente di quello precedente) e dai suoi operatori e, soprattutto, grazie alla collaborazione di tutta la cittadinanza dalla quale abbiamo ricevuto una risposta così positiva come forse nessuno al 30 novembre scorso avrebbe potuto immaginare, che ci ha portato ad avere picchi di raccolta differenziata che superano l’80% settimanale. Ed ancora, grazie alla lotta all’evasione con l’importantissimo lavoro encomiabile svolto dagli uffici comunali per rintracciare non tanto solo i morosi quanto soprattutto chi non aveva mai pagato in vita sua. Oggi possiamo annunciare con la soddisfazione di tutta l’amministrazione Paladini l’abbassamento della tassa sui rifiuti.

A diminuire saranno le tariffe per le attività artigianali e commerciali (perché riteniamo siano il cuore pulsante della nostra economia locale), inoltre, scenderà anche l’importo per tutte le famiglie dai quattro componenti in sù (calo che in base agli scaglioni, andrà da -2,50% a -6,72%). Per le altre utenze domestiche, invece, l’importo resterà pressoché stabile con aumenti che non supereranno i pochi euro a nucleo familiare (si allegano le tabelle per di simulazione da dove si evincono questi dati). Gli unici aumenti reali si avranno solo per quei nuclei familiari che con il precedente servizio avevano riduzioni e che ora non sono più giustificabili.

A tutto questo vanno aggiunti altri due aspetti. È stato riattivato il servizio per il compostaggio domestico, con ulteriori sgravi (15 € a componente del nucleo familiare) ed è stato istituito il regolamento per la video sorveglianza che contribuirà a tenere il paese pulito dalle cattive abitudini e dalle cattive persone.

Avremmo voluto fare di più, sicuramente, ma al momento non ci sono dati oggettivi che ci permettono valutare ulteriori riduzioni.

Tutto questo, però, ha bisogno dell’approvazione del Consiglio Comunale. È auspicabile che venerdì tali provvedimenti siano votati da tutti, per il bene del paese.

I punti cardine che ci hanno mosso per il raggiungimento di quest’obiettivo obiettivo sono stati tre. Far partire il servizio porta a porta su tutto il territorio comunale, atteso da anni. La lotta all’evasione, che ci ha permesso di mantenere gli importi stabili e in molti casi a diminuirli. E per ultimo, lasciar passare il concetto che se paghiamo tutti, pagheremo tutti meno.

Veglie, 27/03/2018

L’Assessore all’Ambiente                          Il Sindaco 

Fabrizio Stefanizzi                                Claudio Paladini

video consigliati


Social


Notice: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.controvoci.it/home/new/modules/mod_custom_facebook_display/tmpl/default.php on line 8