logocontrovoci

Veglie non ha bisogno di opere elettorali, ma di opere durature!  

Nella seduta del consiglio comunale, convocata per martedì 26 giugno, l’amministrazione ha introdotto in discussione la ratifica riguardante la deliberazione della giunta comunale, n.53 del 22/05/2018 “Lavori di manutenzione straordinaria opere stradali” comprendenti il rifacimento delle strade, per l’importo totale di €. 99.990,00.

 All’ interno della “non discussione” la “minoranza” si è assentata dal consesso istituzionale per dissentire dagli atteggiamenti dell’amministrazione ritenuti discutibili dagli stessi componenti dei gruppi, i quali si sentono succubi delle verità di qualche gruppo politico del territorio che vede giusto rispetto l’operato di alcuni componenti dei gruppi della stessa minoranza. In seguito sono stati fatti votare a colpi di “maggioranza” tutti i punti nell'ordine del giorno rimanenti, tra cui l’ultimo citato riguardante la delibera di giunta n.53.

 In che modo sono stati racimolati questi €. 99.990,00? In sintesi tale importo è stato raggruppato dal residuo dei mutui della Cassa DD.PP. (Cassa Depositi e Prestiti). Addirittura hanno ripulito queste somme di denaro con i residui dei mutui che sono stati fatti nel 1980 (per strade e illuminazione) fino al 2007 (per cimitero, edilizia scolastica e comune), la somma dei residui in tutto risulta essere € 83.330,74, come dimostra il grafico. I rimanenti € 16.659,26 sono stati coperti dal capitolo 922/9 del bilancio 2018.

 La domanda che sorge spontanea è la seguente: Perché nell’arco di questi tre anni l’amministrazione non ha pensato di investire questi residui ed ha rilevato solo ora la loro esistenza? Riflettiamo anche sulle tempistiche necessarie per avviare i lavori.

 Fino a questo momento vi sono state solo continue lamentele da parte della “Svolta” riguardanti il debito pubblico, e del fatto che gli amministratori hanno avuto le mani legate riguardo le spese da sostenere per il paese, quando era già da tempo che avevano a disposizione tali risorse.

 Come ha detto bene il sindaco in questa seduta, “i toni politici all’interno del paese aumentano”, e tenderanno ad aumentare, anche per via del fine mandato di questa amministrazione, pertanto è possibile che alcuni componenti della stessa si stiano preparando a future elezioni.

 Ora, per cause del tutto sconosciute, in questa seduta di consiglio sono stati annunciati i progetti che si stanno avviando e preparando in questi giorni per i prossimi mesi, come la riparazione della biblioteca comunale, cosa della quale il meetup “Veglie 5 Stelle” prende atto delle parole dell’Assessore ai LL.PP. Valerio Armonico, nel merito di tale riparazione e le tempistiche necessarie, perché riteniamo che questa struttura debba essere riparata al più presto.

 Reputiamo che i mezzucci della vecchia politica praticati da questa amministrazione siano trapassati, avere tra le mani le risorse necessarie per coprire i costi di determinate situazioni e poi farli presente solo a meno di due anni di tempo per la fine del mandato non fa onore.

Veglie non ha bisogno di opere elettorali ma di opere durature, con un’amministrazione risoluta e determinata per il bene comune, che possa essere il punto di riferimento per tutta la cittadinanza.

                                                                                Meetup “Veglie 5 Stelle”

video consigliati


Social


Notice: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.controvoci.it/home/new/modules/mod_custom_facebook_display/tmpl/default.php on line 8