logocontrovoci

Risposta al consigliere Landolfo: la priorità è quella di difendere gli agricoltori

Il meetup “Veglie 5 Stelle” è dalla parte degli agricoltori, e prende atto delle parole scritte dal consigliere comunale Giuseppe Landolfo.
Premesso questo, è giusto specificare le questioni inerenti l’articolo riportato sul “Blog di Beppe Grillo”.
Il suddetto blog è un magazine online dove vi sono autori variegati. L’autrice dell’articolo citato e vituperato dal Consigliere Landolfo ed in seguito strumentalizzato dal suo partito “Forza Italia”, è stato scritto da una nota giornalista tedesca, Petra Reski. Come ogni articolo c’è la firma dell’autore che è scritta all’inizio.
La giornalista fa un’analisi di quello che secondo lei ha suscitato clamore rispetto alla questione xylella fastidiosa, facendo una sintesi sugli articoli di giornale scritti da diversi autori de “La Repubblica”.
Inoltre la giornalista scrive a titolo personale, e non con logiche di partito o di un Movimento a cui la stessa non fa riferimento.

Dopodiché nel merito delle vicende, le bufale, in primis, vengono lanciate dallo stesso consigliere Giuseppe Landolfo, quando parlando del nostro comune illaziona a dei “dissesti di bilancio” inesistenti. Stranamente però, i suoi comunicati vengono firmati a convenienza, a volte come “Forza Italia” o la Lista Civica da lui rappresentata.

La linea politica dei meetup e le posizioni ufficiali del Movimento 5 Stelle sono quelle riportate all’interno del sito ilblogdellestelle.it

Ma ribadiamo il fatto che ORA la priorità è quella di difendere gli agricoltori. Quindi il Consigliere Landolfo, come Presidente dell’Oleificio Cooperativo vegliese, per concretezza ed in merito al benessere degli stessi lavoratori, dovrebbe cercare di attuare una posizione diversa, invece di puntare il dito. Magari collaborando con chi si sta occupando da tempo delle vicende in questione.
Prendendo spunto dal Consigliere Regionale della Puglia Cristian Casili, quindi dalla linea dei Consiglieri Regionali del M5S, e alla luce delle evidenze di campo e della ricerca scientifica dal momento del ritrovamento del batterio sul territorio pugliese,
riteniamo che per affrontare l'emergenza Xylella sia indispensabile un vero e proprio "patto con il territorio".
È quello che è mancato fino ad oggi. Tale mancanza ha comportato uno scollamento generale tra enti, agricoltori e cittadini.

Nessun contenimento può essere attuato se tutti non partecipano e sono messi nelle condizioni di farlo.
Riteniamo che la Regione Puglia, con i suoi ritardi e inefficienze nelle politiche agricole inerenti la questione, abbia gravi responsabilità. Né discutibili piani e decreti legislativi calati dall'alto, possono porre un serio freno alla propagazione del batterio.

Ora è indispensabile che Governo nazionale, Regione, Comuni, Consorzi, Ricercatori, Agricoltori e Cittadini, formino una efficiente "rete operativa” per gestire e contenere in modo condiviso Xylella Fastidiosa. Si ritiene pertanto indispensabili gli aiuti economici al comparto olivicolo interessato, con un occhio particolare ai piccoli agricoltori che costituiscono buona parte delle aziende agricole del territorio pugliese.

Si deve partire urgentemente con alcuni interventi: abbattimento della burocrazia, misure finanziarie e fiscali idonee, risarcimento danni da xylella, accesso alle risorse del Fondo di solidarietà nazionale, postegrazione dei mutui, incentivi e aiuti per il rimboschimento, per le misure agroambientali e la rigenerazione paesaggistica. Risorse aggiuntive per i monitoraggi, i controlli e la ricerca scientifica.

Il meetup “Veglie 5 Stelle” prossimamente, disporrà degli incontri con i cittadini in merito all’argomento discusso. Quindi invitiamo ancora una volta il consigliere comunale, a rimboccarsi anch’esso le maniche, visto che attualmente fa parte di un’istituzione, iniziando a lavorare su questo, altrimenti le sue parole saranno le vere Fake News.

Meetup “Veglie 5 Stelle”

 

video consigliati


Social