logocontrovoci

“Veglie 5 Stelle” a favore di uno sviluppo economico che tuteli l’ambiente e le persone senza penalizzare le aziende. 

In questi giorni, abbiamo visto gli effetti del consiglio comunale, che ha portato la maggioranza insieme alla “minoranza della maggioranza”, a votare contro la mozione del gruppo consiliare “Veglie Bene Comune”. Una mozione che cercava di venire incontro ai bisogni del paese, sia per la difesa dell’ambiente e del paesaggio della macchia Belmonte (Lupomonaco), ma anche per venire incontro agli imprenditori vegliesi, i quali hanno bisogno di crescere per creare ricchezza e posti di lavoro.

Il meetup “Veglie 5 Stelle” , in previsione dell’accaduto, aveva già ribadito nel comunicato pubblicato il 29 aprile 2018, che tutto questo è avvenuto per colpa di un’amministrazione silente e irresponsabile. Prendere in considerazione le dichiarazioni dei gruppi vegliesi di minoranza, i quali si immaginano opposizione, è una perdita tempo. Sono continuamente succubi di un trasformismo politico, con l’obiettivo di salire sul prossimo carro dei vincitori per continuare con lo stesso governo degli ultimi decenni.

Invece l’amministrazione, che vomita assurde dichiarazioni durante il consiglio comunale, sta alla finestra a guardare come la sua minoranza difende a spada tratta la maggioranza.

Il meetup “Veglie 5 Stelle”, è da sempre a favore di un’idea di sviluppo economico che tuteli l’ambiente e il benessere delle persone che lo abitano. Questo non osta il bisogno di venire incontro agli imprenditori, quello che questa maggioranza e minoranza non ha fatto. Reputiamo che questi due fattori debbano coesistere senza alcun problema.

Allo stesso tempo, riteniamo che la vicenda accaduta nel consiglio comunale del 4 settembre è gravissima! È venuta a mancare l’autodeterminazione decisionale di un istituzione, eletta dai cittadini! Un autodeterminazione affossata da presunte cause, che nel contesto decisionale non avevano alcuna valenza giuridica.

Ricordiamo ancora l’assessore con delega all’ambiente, quando nei consigli comunali sventolava il programma della “Svolta”, sostenendo che in quei fogli fossero redatti i loro obiettivi. Dopo un pò di tempo è importante rammentare tali obiettivi a questa amministrazione, in modo rilevante quelli riportati a pagina 5 e 6 del suddetto programma:

“Riqualificazione della macchia mediterranea (macchia Lupomonaco) attraverso la partecipazione a bandi europei così da costituire un circuito naturalistico di attrazione. È importante che l’Amministrazione Comunale si faccia carico, in collaborazione con gli Istituti Scolastici e con gli organi della comunicazione, di una campagna di sensibilizzazione e di informazione rivolta a tutta la cittadinanza così da riuscire a diffondere una corretta cultura dell’Ambiente.”

Ma oltre a questo, teniamo a ricordare al gruppo “Veglie Domani”, il loro stesso programma elettorale a pagina 9:

“Valorizzazione dei beni ambientali comunali quali la Macchia di Lupomonaco, e inserimento di questi in percorsi didattici e percorsi organizzati.”

Con quale onestà intellettuale tali persone si rivolgeranno al proprio elettorato?

È ora di mandare a casa questo modo di fare politica. Nulla è “svoltato” in questi anni, anzi, le cose sono andate sempre di male in peggio. Sotto i nostri occhi si vedono gli effetti del disinteressamento del bene comune dei nostri politicanti. I diritti dei cittadini vengono calpestati da una maggioranza assolutista e un’opposizione inesistente.

Il meetup “Veglie 5 Stelle” continuerà a fare opposizione anche stando all’esterno. Cittadinanza attiva e Partecipazione dei cittadini alla vita amministrativa, sono la chiave per la risoluzione di una politica che per anni ha danneggiato il nostro paese, distruggendo quello che è stato costruito. Veglie ha bisogno di riacquistare il suo splendore. Veglie ha bisogno dei vegliesi!

Meetup Veglie 5 Stelle

video consigliati


Social


Notice: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.controvoci.it/home/new/modules/mod_custom_facebook_display/tmpl/default.php on line 8