logocontrovoci

Numeroso il pubblico all'incontro organizzato a Veglie. Il resoconto nel Comunicato Stampa degli organizzatori 

Informazione certe e trasparenti per accedere ai percorsi formativi per la qualifica di OSS, aMi Formo e Lavoro e alla seconda fase di accompagnamento al lavoro.

Si è tenuto venerdì 26 ottobre, presso la Biblioteca Comunale di Veglie, l’evento organizzato dall’Associazione Sofocle, “Formazione, competenze e mercato del lavoro, al quale sono intervenuti l’Assessore Regionale alla formazione e al lavoro Sebastiano Leo, Adalisa Campanelli, Presidente dell’Associazione Culturale Sofocle, Angelo Mariano, Direttore dell’Associazione Sofocle e Vito Genco del Consorzio Mestieri Puglia, guidati nel dibattito dal referente della Sede di Veglie dell’Associazione Sofocle, Salvatore Fai.

Il Sindaco di Veglie, Claudio Paladini, è brevemente intervenuto per i saluti istituzionali sottolineando quanto le iniziative proposte rappresentino delle opportunità che sono come «treni che bisogna prendere al volo», invitando gli interessati presenti a prestare attenzione e ad impegnarsi perché la conversione tra opportunità e realtà professionale possa realizzarsi.

L’introduzione a questo evento spetta all’Assessore Leo che ha pensato, progettato e voluto le misure di finanziamento in partenza. Nel corso dell’evento l’Assessore ha evidenziato come molto spesso le amministrazioni non sono particolarmente attive sul territorio nel promuovere e permettere alle informazioni di essere condivise, poiché è importante divulgare le iniziative a sostegno della formazione e del lavoro consentendo la crescita.

Adalisa Campanelli nel suo intervento ha introdotto il tema della valorizzazione sociale attraverso politiche integrate di formazione e accompagnamento al lavoro. Ha sottolineato l’impegno dell’Associazione Sofocle sul territorio nel creare contatti e servizi, nel mettere in rete professionisti e competenze, nel collaborare affinché gli obiettivi di integrazione tra percorsi formativi e accompagnamento al lavoro portino risultato con un effettivo incremento dell’occupazione.

La formazione quindi non è fine a se stessa – sottolinea Salvatore Fai - ma i percorsi formativi sono aderenti alla realtà territoriale: creare lavoro è un obiettivo ma anche una sfida, lo è per i giovani NEET quanto per coloro che sono disoccupati o inoccupati. Il consiglio ai presenti è quello di non essere inattivi perché cogliere opportunità vuol dire agire, muoversi, mettersi in gioco e provarci sempre, mettendo al centro se stessi svolgendo un lavoro, quale principale manifestazione del proprio ruolo sociale e di dignità individuale: «come diceva lo stesso SofocleMolte sono le cose mirabili, ma nessuna è più mirabile dell'uomo”».

Il direttore dell’Associazione Sofocle, Angelo Mariano, ha fatto il punto sull’attuale offerta formativa dell’ente di formazione soffermandosi in prima battuta sui corsi OSS che avranno come sede formativa Veglie e che sono in partenza nei prossimi mesi. Ha tracciando un profilo della figura e delle opportunità lavorative dando risalto ai partner attivi sul territorio, che rappresentano il naturale collegamento con il mondo del lavoro e la pratica professionale.

Ha illustrato, poi, il programma didattico previsto e quanto attualmente possibile prevedere circa i tempi di avvio dei corsi, la procedura di iscrizione e i test di selezione.

A seguire sono stati presentati i corsi proposti da Sofocle per il programma Regionale “Mi formo e Lavoro” e sciolti alcuni dubbi circa la procedura di iscrizione e di avvio delle attività. Sono, infatti, molti ad essere disorientati a causa delle diverse informazioni che circolano a proposito. Centri per l’impiego ed enti di formazione sono le principali fonti per una corretta divulgazione delle opportunità. È emerso, inoltre, che è nella serietà e nella trasparenza degli operatori mettere in evidenza che la vera iscrizione si perfezionerà attraverso l’autonoma registrazione e la successiva scelta sul portale della Regione Puglia, alla pagina www.sistema.puglia.it.

Ai centri per l’impiego, invece, andrà richiesto il patto di servizio attestante lo stato di disoccupazione, cioè il principale requisito di partecipazione ai corsi: anche coloro che hanno già effettuato corsi in passato potranno iscriversi purché disoccupati.

La formazione rappresenta il primo step del programma ed è la fase propedeutica a quella di accompagnamento al lavoro gestita dalle agenzie per il lavoro. Di questo secondo momento del programma Mi Formo e Lavoro, ha parlato Vito Genco, presidente del Consorzio Mestieri, già partner consolidato dell’Associazione Sofocle. Vito Genco, ha evidenziato come è interesse rilevante poter arrivare all’obiettivo dell’incontro tra domanda e offerta di lavoro selezionando figure valide da inserire in diversi contesti professionali. Risulta decisivo il ruolo della formazione, poiché saranno coloro che si impegneranno ad acquisire nuove competenze ad avere maggiori possibilità di approdare ad una vera e propria assunzione. Non è, quindi, una scommessa ma la capacità di orientare le persone giuste verso l’impiego giusto.

L’intervento finale è stato quello dell’assessore Leo, che ha sottolineato che tra le soluzioni efficaci per creare occupazione c’è, senza dubbio, la formazione, evidenziando che per MiFormoeLavoro sono cambiate le procedure di scelta dell’ente di formazione, ora completamente a discrezione del disoccupato, e come sia da subito stata pianificata la linea B per L’accompagnamento al lavoro, per la quale è previsto un incremento del finanziamento. L’Assessore ha chiuso con un consiglio-riflessione sulla figura professionale dell’OSS invitando a pensare molto bene prima di iscrivervi al corso, perché è una professione coinvolgente e molto interessante, ma, allo stesso tempo, impegnativa e con caratteristiche specifiche, come sottolineato da Mariano, e non bisogna togliere opportunità a chi realmente vuole qualificarsi nella professione.

Durante la serata molti presenti hanno lasciato il proprio curriculum vitae in modo da entrare da subito in contatto con gli orientatori del Consorzio Mestieri secondo le sinergie pensate e progettate nello stesso bando regionale.

L’evento ha riscosso un ottimo successo di pubblico e numerose sono state le persone che hanno potuto interagire con i relatori e gli operatori presenti.

L’associazione Sofocle e il Consorzio Mestieri restano presso le loro sedi a disposizione di tutti coloro che vogliono ricevere informazioni concrete, efficaci e trasparenti. Attraverso i loro siti o pagine Facebook è sempre possibile aggiornarsi circa le evoluzioni dei programmi attivi.

DiretteIl GiornaleMeteo Locale

video consigliati


Social