logocontrovoci

Le strade vegliesi un pericolo perenne. Cosa manca nonostante i lavori?
Siamo quasi vicini alla fine del mese di agosto, e a Veglie non vi è alcun risultato concreto rispetto all’iniziativa dell’amministrazione Paladini in merito ai lavori di manutenzione del manto stradale.
E’ inammissibile come questa amministrazione continui a chiudere gli occhi verso i problemi reali di un paese che sta visibilmente invecchiando.
Questo non solo per una questione di estetica, ma in special modo per motivi di sicurezza, come lo stato in cui verte la segnaletica orizzontale.
“La segnaletica orizzontale sembra non venga adeguatamente curata. Come si può ben notare, in alcune parti del paese, le strisce pedonali non sono visibili.”- dichiara Sara Conte.
Nonostante le complicazioni basate sull’incuria della segnaletica orizzontale, sussiste ancora il problema delle buche.
“E’ assurdo come in alcuni punti del paese, nonostante i soldi stanziati per le opere di manutenzione, ci sia ancora uno stato di degrado, con asfalto dissestato e avvallamenti.
Degli esempi sono via San Martino e via Isonzo, il quale dissesto risulta transennato e non adeguatamente segnalato, quindi pericoloso per coloro che percorrono la strada nelle ore notturne a causa della scarsa illuminazione.” - dichiara Tecla Chirivì .
Uno degli obiettivi di Rete, è salvaguardare la sicurezza e l’efficienza dei servizi erogati al cittadino.
“Per questo abbiamo inviato una segnalazione per la situazione di pericolo di via Isonzo, evidenziando all’interno dell’istanza protocollata con PEC, che i lavori di manutenzione risultano visibilmente superficiali. Bisogna agire concretamente per avere davvero delle strade sicure che durino con il passar del tempo, e che non diano subito primi segni di indebolimento.” - dichiara Daniele Ascanio.
Riteniamo necessario che l’amministrazione e l’ufficio competente agisca senza indugio in questa situazione, cercando prima di tutto di ripristinare la segnaletica orizzontale nei punti del paese dove non risulta visibile, segnalando debitamente i dissesti transennati, e agendo istantaneamente per una tangibile riparazione delle strade.
La riparazione e la manutenzione delle strade non può continuare ad essere uno sponsor per la campagna elettorale, ma deve divenire parte integrante dell’intero mandato di un’amministrazione che vuole gestire al meglio i servizi base dediti al cittadino.


Rete Indipendente

DiretteIl GiornaleMeteo Locale

 

video consigliati


Social


Notice: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.controvoci.it/home/new/modules/mod_custom_facebook_display/tmpl/default.php on line 8