logocontrovoci

In questi giorni da più parti abbiamo ricevuto le perplessità da parte di alcuni genitori e insegnanti in merito alla faccenda sull’accorpamento dei due Poli scolastici del nostro comune.

Entrambi i Consigli di Istituto all’unanimità hanno votato per l’accorpamento in un’unica istituzione scolastica.

Questo è forse dovuto a una informazione incompleta cioè che, qualora i due Poli non si fossero accorpati, il Polo 2 (“Marconi”) sarebbe stato accorpato al Polo del Comune di Porto Cesareo. Questa è solo una delle tre ipotesi che si possono verificare in questa vicenda non di certo semplice. A nostro avviso e con informazioni certe e complete, ricevute da una responsabile della Regione Puglia, le possibilità sono le seguenti:

1) Accorpamento del Polo 2 (“Marconi”) con il comune di Porto Cesareo, con la segreteria nel comune con il più alto numero di iscritti (dato che avremo solo nel mese di febbraio, dopo le iscrizioni al prossimo anno scolastico);

2) Accorpamento dei due Poli di Veglie in un’unica istituzione scolastica;

3) Tenere aperti entrambi i Poli del nostro comune. Noi escludiamo a priori l’accorpamento di uno dei nostri Poli scolastici con quello di un altro comune.

Tenuto conto che attualmente il numero totale degli iscritti ai due Poli è di 1.346, nel caso si concretizzasse l’ipotesi di un unico Polo, a nostro avviso le conseguenze sarebbero: una difficoltà gestionale degli istituti con la complessità di rapportarsi con più di mille famiglie, comportando un calo della qualità del mondo scolastico vegliese.

Considerato che le linee guida riguardo il dimensionamento scolastico indicano che il numero degli iscritti debba essere compreso tra 600 e 1200 per un singolo Polo, riteniamo che anche questa ipotesi sia da scartare.

L’unica ipotesi per la quale ci batteremo, quindi, resta la terza. Cioè quella di tenerli aperti entrambi, fino a quando la crisi demografica ce lo permetterà, ridisegnando la geografia dei Poli scolastici.

Auspichiamo che sia una posizione condivisa dalla maggioranza, dalle istituzioni scolastiche e da tutta la comunità. Riteniamo che questa sia la scelta giusta per avere un mondo scolastico vegliese più efficiente e non è di certo una scelta opportunistica.

Giusi Nicolaci e Fabrizio Stefanizzi

video consigliati


Social


Notice: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.controvoci.it/home/new/modules/mod_custom_facebook_display/tmpl/default.php on line 8