logocontrovoci

Una scena non proprio edificante per la città! Un segnale inquietante di un comune allo sbando e di un Sindaco isolato che, ormai da tempo non ha più una maggioranza.

Nell'ultima seduta del Consiglio Comunale del 13 gennaio u.s. due importanti esponenti dell’esecutivo (vicesindaco e assessore al Bilancio STEFANIZZI E NICOLACI) hanno dato vita ad un "siparietto" da teatrino di provincia, infatti hanno preso posto tra i banchi dei consiglieri prendendo quindi le distanze dal resto dell’esecutivo. Nel manifestare con ciò un forte segnale politico, i due assessori non hanno sentito il dovere di rendere al Consiglio Comunale alcuna spiegazione, nè hanno reso alcuna dichiarazione politica. Il gruppo consiliare “Veglie dei Cittadini” nel chiedere spiegazioni di ciò al Sindaco si sentiva rispondere che egli non doveva spiegazioni, se non quando avrebbe deciso se e quando dare spiegazioni!!!

Si è poi saputo che il "siparietto" si è consumato con la consegna nelle mani del Sindaco delle dimissioni dei due assessori ( si badi bene, sembra che i due si siano ben guardati dal consegnarle all'ufficio protocollo!) rimettendo quindi allo stesso Sindaco la responsabilità se protocollarle o meno.

Il disagio” parte da molto lontano. E’ sotto gli occhi di tutti il disinteresse per le sorti del paese da parte di alcuni componenti dell’amministrazione Paladini, un disinteresse che offende le istituzioni e, soprattutto, danneggia il paese, già privato di un governo, di una direttiva o di una qualsiasi iniziativa politica e programmatica. Molti cittadini si lamentano perché il Comune è fermo. In realtà è peggio che fermo: è in caduta libera! Il Sindaco avrebbe dovuto dimettersi da tempo e riconoscere il fallimento politico della sua proposta. Da tempo la maggioranza in Consiglio non esiste più e in diverse occasioni, per il solo senso di responsabilità istituzionale che ha sempre caratterizzato il nostro operato e di quello di altri gruppi di opposizione, si sono potuti approvare atti di fondamentale importanza per il bene dei cittadini.

Sono quasi passati cinque anni e non è che i cittadini vegliesi oggi con piacere possano beneficiare dei buoni risultati dell'attuale amministrazione PALADINI! I vecchi problemi di cinque anni fa sono ancora tutti sul tavolo e nulla è stato fatto per risolverli e certo in questo oramai piccolo scorcio di tempo non è possibile più fare chissà cosa!.

Certo è che La situazione è insostenibile anche perché il dovere istituzionale ed il senso di responsabilità delle opposizioni di cui spesso si è abusato, hanno un limite di sopportazione, così come è altrettanto evidente che i consiglieri di opposizione non possono costituire la stampella di questa fantomatica maggioranza in assoluta e patentata disgregazione.

Gruppo consiliare Veglie dei cittadini

Zanelia Landolfo

Maura Centonze

Giuseppe Landolfo

video consigliati


Social


Notice: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.controvoci.it/home/new/modules/mod_custom_facebook_display/tmpl/default.php on line 8