fbpx

liberta di stampa

Di seguito il contenuto della lettera che i Consiglieri di Minoranza hanno scritto in riferimento ad alcuni spiacevoli avvenimenti dei giorni scorsi di cui si è reso protagonista il sindaco Claudio Paladini.

Carissimi concittadini,
è triste un paese dove per poter parlare bisogna farsi i conti in tasca ed è folle immaginare di far crescere i propri figli in un luogo in cui si censurano i dissensi.

I fatti: il prof. Antonio Greco invia ai siti di informazione locale una lettera a sua firma con la quale oltre ad una sua disamina politica su Veglie critica l’operato del Sindaco Paladini e della sua maggioranza. Di fronte alla pubblicazione di questa lettera, il Sindaco, a cui non piace il contraddittorio e chi la pensa diversamente da lui, pretende e ottiene la cancellazione di quell’articolo minacciando i siti di querela.

Tutto ciò è sconcertante e molto grave.

I cittadini hanno il diritto di parlare e di esprimere le proprie opinioni. I vegliesi scalpitano, vogliono esprimersi anche se spesso ripiegano su lettere e volantini anonimi per poter denunciare il malcontento, ma si indignano per gli atteggiamenti oppressivi e coercitivi.

Non c'è giustizia senza libertà, non c'è riscatto sociale senza cultura, non ci sono buone intenzioni senza fatti concreti.

Nell'ultimo anno sono 357 i vegliesi che hanno scelto di cambiare residenza e questo non è solo colpa della negativa congiuntura economica. Se da sette anni il Sindaco Paladini non riesce a dare una svolta al nostro paese non è certo colpa dei cittadini che vogliono esprimere il proprio dissenso e che, per contro, andrebbero ascoltati e incoraggiati alla partecipazione.
Il Sindaco Paladini ostacola chiunque voglia dare un contributo serio di crescita per il paese e le sue risposte non contribuiscono di certo a migliorare il clima di negatività che si respira a Veglie.

Stupisce che nessuno della sua maggioranza sia ancora riuscito a trovare il coraggio di prendere le distanze da questo stile e da questo sistema oltremodo fallimentare.

Con una maggioranza Paladini che non riesce ad incidere minimamente in termini economici, sociali, culturali, con azioni, visioni e prospettive, non si può fare altro che chiedere le

DIMISSIONI IMMEDIATE di Sindaco e Giunta

Veglie, 7 Luglio 2022


I Consiglieri Comunali:
Giovanni Carlà - Angelo Cipolla - Fernando Fai – Giuseppe Landolfo – Luigi Spagnolo

 

Clicca qui per leggere la lettera in PDF