fbpx

Nella seduta del 02.07.2014 l’Autorità idrica Pugliese ha presentato le nuove tariffe per il servizio idrico integrato per il 2014, oltre al piano economico-finanziario per l’intero periodo concessorio (2014-2018).

Per quanto riguarda lo sviluppo della nuova tariffa, il Metodo di determinazione imposto dall’Autorità nazionale dell'energia e del gas avrebbe comportato un aumento della tariffa pari al 9 per cento.

 

La proposta di AQP, addirittura, prevedeva un aumento delle tariffe pari al 19,6 per cento.

L'AIP, di intesa con la Regione, ha responsabilmente ritenuto di contenere l'aumento delle tariffe entro il 6,5 per cento. L'Autorità ha inoltre legittimamente richiesto ad AQP il miglioramento del servizio, l’attuazione degli investimenti necessari e le politiche di sostegno alle utenze deboli.

 

Il Consiglio Direttivo dell’AIP ha ribadito inoltre quanto sia legittima l’aspettativa di tutti i pugliesi di avere un Sevizio Idrico di buona qualità ed efficiente. 

È conosciuta l’arretratezza del sistema di infrastrutture ed impianti che rende necessari e urgenti gli interventi, la necessità di estendere la rete infrastrutturale per nuovi abitati e si dovrebbe inoltre intervenire (soprattutto in materia di depurazione delle acque reflue) per evitare eventuali sanzioni comminate dall'UE.

In Puglia per l’adeguamento e potenziamento della rete acquedottistica, fognaria e del comparto depurativo sono stati stanziati investimenti per un importo complessivo di 631,2 milioni di euro.

 

La possibilità di contenere l'aumento della tariffa è stato possibile attraverso una riduzione dei costi previsti dal Metodo e applicati ad AQP (riduzione del tasso di morosità da contabilizzare in tariffa, decurtazione della quota di FNI, cioè dell'anticipo finanziario per gli investimenti previsti per il 2014, azzeramento dell’AMMcfp ovvero della componente riscossa a titolo di ammortamento sui contributi a fondo perduto riscossi da AQP); un maggior apporto di contributi regionali da Fondi comunitari per la realizzazione degli investimenti e soprattutto la possibilità di chiudere il Piano Economico Finanziario della gestione di AQP in pareggio, grazie alla garanzia di un’anticipazione finanziaria della Regione Puglia a favore di AQP pari a 200 Mln di euro.

Autorità Idrica Pugliese