logocontrovoci

ANCHE A VEGLIE UNA DENUNCIA.

Dopo le segnalazioni riportate oggi da "Il fatto quotidiano" che denuncia l'utilizzo di matite cancellabili in alcuni seggi italiani, dove si vota per il referendum sulla riforma costituzionale, anche a Veglie un cittadino denuncia al presidente di seggio della sua...

sezione che la matita affidatagli per il voto è perfettamente cancellabile. L'elettore vegliese afferma di aver fatto una prova e di aver verificato quanto detto. La sua dichiarazione è stata regolarmente messa a verbale.

Le matite usate per votare sono “copiative”, cioè fatte di un impasto tale da conferire resistenza. Sono particolarmente adatte per votare perché il loro tratto non è cancellabile. Quindi non è possibile compiere brogli alterando le schede già votate.

Gli elettori italiani possono votare esclusivamente con la matita copiativa che viene loro fornita dal presidente di seggio, presso gli uffici elettorali di sezione, pena la nullità del voto e della scheda elettorale; le schede sulle quali è apposto un simbolo con matita non copiativa o penna sono infatti nulle.

Le matite copiative sono consegnate insieme al materiale elettorale e sono proprietà dello Stato, tanto da essere marchiate sul fusto con la scritta Ministero dell'Interno – Servizio Elettorale. Al termine dello spoglio dei voti devono essere restituite dai membri del seggio, e gli elettori che non le riconsegnano al presidente di seggio insieme alla scheda incorrono in una sanzione pecuniaria da 103 euro a 309 euro; i membri del seggio sono pertanto tenuti a controllare e conservare le matite copiative.

Le matite copiative sono state utilizzate in tutte le votazioni italiane a partire dal referendum fra monarchia e repubblica del 1946; il loro utilizzo era stato introdotto con DLL n. 1 del 7 gennaio 1946.

Durante le elezioni politiche italiane del 2008, le elezioni europee del 2009 ed il referendum costituzionale del 2016, oggi in corso, sono stati segnalati casi di matite facilmente cancellabili con una gomma. Nel 2008 e 2009 non fu possibile individuare se si trattasse di matite classiche o copiative.

Staremo a vedere cosa si stabilirà in merito alle matite cancellabili che si stanno riscontrando oggi in giro per l'Italia.

Intanto sul caso delle matite cancellabili, segnalato da molti elettori da più parti della penisola, interviene il Codacons, che presenterà domani un esposto al Ministero dell'Interno e a 140 Procure della Repubblica di tutta Italia.

 

 

 

Info generali tratte da: Focus e Wikipedia  

video consigliati


Social


Notice: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.controvoci.it/home/new/modules/mod_custom_facebook_display/tmpl/default.php on line 8