logocontrovoci

l'iniziativa di carattere informativo e orientativo in merito al bando Regionale Nidi (Nuove Iniziative Di Impresa), volta a sensibilizzare e informare la cittadinanza e in particolare i giovani che, nel tentativo di inserirsi nel Mercato del Lavoro,desiderano avviare una nuova attività chiedendo accesso ai fondi del suddetto bando.

LE CONSULTE DEI CITTADINI: CULTURA, ISTRUZIONE... - AGRICOLTURA, ARTIGIANATO...

In data odierna le Consulte dei Cittadini "Cultura, sport, tempo libero, istruzione e turismo" e  "Agricoltura, artigianato, commercio e industria", hanno presentato all'ufficio protocollo del Comune di Veglie proposta in allegato (Proposta al Sindaco) indirizzata al Sig. Sindaco ed alla Commissione Elettorale.

Rosanna Panzanaro è una che non scherza. La prima volta che l’ho raggiunta per chiederle se potevo intervistarla ero sicura che mi avrebbe cacciato con una mazza. Invece, se ne è stata li a fissarmi seduta sul suo trono in plastica verde che pareva non prenderla troppo bene e alla fine il suo sguardo si è sciolto in un sorriso semplice e geniale.

Ancora una volta le vicissitudini politiche di Veglie occupano spazi sui quotidiani. E sono notizie non certo confortanti che si aggiungono alle tante percepite come negative in un momento storico di difficoltà globale, in campo economico e sociale. Non entro in merito alle dimissioni del Sindaco Sandro Aprile, per rispetto e stima personale che ho nei suoi confronti, ma vorrei esprimere una riflessione. Sembrerebbe che negli ultimi dieci anni sia cambiato il mondo sotto tutti i profili, ma niente o pochissimo é cambiato per il nostro amato Paese, in cui la velocità del tempo è quasi ferma allo zero assoluto. Ormai le solite tristi frasi di piazza, " ...Veglie é sempre lo stesso " vuol essere un eufemismo per chi é scontento di qualcosa, un po' per chi si aspettava qualcosa, poi per chi avrebbe voluto qualcosa, ancora per chi vuol nascondere qualcosa, per chi a prescindere vuol contestare qualcosa, per colui che vuole additare e incolpare qualcosa o qualcuno, e poi ancora. Mai niente che vada bene, con una visione oltre il pessimismo cosmico. Tutti critichiamo e siamo criticati, mai pensare positivo ed esprimere proposte costruttive. Possibile che non ci sia mai un'analisi seria e condivisa , un'assunzione di responsabilità seria per chi decide di mettersi in gioco e in campo, con obiettivi, progetti e promesse? Credo che é giunta l'ora, meglio é scaduto il tempo, per cui noi cittadini, con meno pessimismo, con più fiducia, ma soprattutto con più coraggio dobbiamo prenderci per mano e per mano prendere questo paese e rimetterlo in moto. Dobbiamo ricrederci, e ricredere che c'è ancora chi ha voglia di fare onesta politica , che ha capacità e umiltà di farlo : la soddisfazione dell'uomo non è semplicemente ricchezza economica ma ricchezza interiore, quella che ha un valore inestimabile e che si prova quando si è fatto qualcosa di utile per gli altri, per la comunità, per chi ne ha bisogno.Il valore di un uomo si misura dalle poche cose che crea, non dai molti beni che accumula. Kahlil Gibran. Io credo che c'è bisogno di una profonda innovazione, di volti nuovi anche nella politica, e che dovremmo incentivare e sostenere chi, con onestà, impegno e coraggio deciderà di dare il proprio contributo al Paese e quindi scendere in campo, magari con punti di vista o idee diverse, ma comunque in un dibattito politico costruttivo per il paese. Che siano di destra, di centro o sinistra, ma che abbiano nella diversità lo stesso obiettivo morale e sociale del fare per il territorio e quindi per i cittadini. E io credo che ce ne siano tante e con tante capacità e professionalità , giovani e meno giovani, e che se incoraggiate potrebbero dare un valore aggiunto al territorio , rappresentare una nuova linfa vitale alla ormai stanca politica del Paese : il coraggio, l'impegno, la volontà del fare per gli altri premia sempre.

Dove siete? E' giunta l'ora . Venite fuori. Prendiamo per mano questo Paese.

Scusate l'utopica riflessione.

Salvatore Russo.

A seguito dell errore accidentale, così come è stato definito da un quotidiano a tiratura nazionale, commesso nell Ospedale "Pertini" di Roma, che è specializzato nella procreazione assistita alle coppie che hanno difficoltà a procreare con i metodi tradizionali, si dibatte sui mass media a quale coppia devono essere assegnati i 2 figli che una donna porta in grembo: alla madre naturale ossia a colei alla quale appartengono gli ovuli fecondati dal seme del rispettivo marito oppure alla madre che li partorirà per causa accidentali.
Se per assurdo non si seguisse la logica del diritto naturale e cioè che i figli appartengono ai genitori che li hanno generati, anche se in vitro all esterno del proprio utero, e viceversa, allora tutte le coppie del mondo che vanno in India per prendersi in affitto l utero di una donna indiana dietro un misero compenso dovrebbero perdere la genitorialità dei figli nati in siffatte condizioni.
Nel caso di specie la procreazione dei due gemelli è avvenuta in vitro, cioè all esterno del corpo umano e non all interno della donna che li ospita; perciò i nascituri appartengono senza ombra di dubbio ai veri genitori naturali che possiedono gli stessi geni dei due gemelli.
La donna che adesso ospita i due gemelli dovrà avere senz altro una lauta ricompensa per i danni provocati da parte dell Ospedale "Pertini" che ha commesso l errore, però non può accampare alcun diritto sui nascituri.
Se i giudici italiani decidessero in senso contrario al diritto dei figli a ricevere un educazione da parte dei genitori naturali commetterebbero un vero e proprio furto.

Veglie, 19-4-2014

dr.Pietro CALCAGNILE
Via Mazzini 50 73010 VEGLIE (LE)
Indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito internet http://pietro.calcagnile.it

Purtroppo il tema dei rifiuti è nuovamente agli onori della cronaca nel Salento. Rifiuti speciali dell’industria calzaturiera smaltiti illegalmente nelle campagne di Alessano, Tricase e Patù. Una nuova discarica realizzata regolarmente sulla falda acquifera di Corigliano, che viene sfruttata dall’Acquedotto Pugliese.
Intanto la gente continua ad ammalarsi, facendo i viaggi della speranza verso i grandi ospedali, per posticipare il viaggio per l’aldilà.

VEGLIE - La Giunta Comunale nella seduta del 01.04.2014 ha approvato il progetto presentato dall’assessore all’ambiente Francesco Milanese finalizzato al potenziamento del servizio di igiene urbana. Le iniziative previste sono finalizzate ad aumentare la raccolta differenziata cercando di conseguire i risultati fissati nella normativa vigente. Diverse le iniziative in cantiere:

http://2.bp.blogspot.com/-XfrVJivOJso/Uz1t3uY4kwI/AAAAAAAAA5Y/6bm5smYFtmA/s1600/carlo_caroppo.jpgCarlo Caroppo, 34 anni, social media manager di Puglia Events dal 2011 ed anche di Viaggiareinpuglia dal 2013. Si trasferisce a Pavia nel 1998 dove si laurea in economia. Frequenta un master in marketing, comunicazione e nuove tecnologie nel 2007 a Milano, dove lavorerà, poi, per 4 anni in Expedia. Decide che prima o poi dovrà tornare a vivere in Puglia, la sua terra, quando a Sydney si rende conto di aver controllato, per un intero anno, le condizioni meteo del tacco d'Italia.
Tra le pagine regionali su FB quella di ViP ha un buon successo e indici in crescita negli ultimi mesi, some sempre ci interessano quali sono gli obiettivi e la vostra strategia social in generale.

Nicola Gennachi: assente ingiustificato.

"Sulla spiaggia vediamo solo le onde, mai l’oceano;
in realtà esiste solo l’oceano, le onde sono superficiali”.
Osho

Ed è quanto oggi siamo stati abituati a vedere e niente è più appropriato per dare un'idea della realtà politico- amministrativa della nostra comunità cittadina.

Consigliere Maurilio NicolaciPubblichiamo una lettera del Consigliere Maurilio Nicolaci (Capogruppo di Veglie nel Cuore).

Si è svolto ieri alle ore 19,30 presso la sede consiliare di Parco delle Rimembranze il consiglio comunale straordinario del Comune di Veglie convocato per discutere del seguente ordine del giorno :

Veglie (Le), 25 marzo – “Veglie non è più in grado di garantire il regolare svolgimento di un incontro di calcio, a causa del lassismo dell’amministrazione e delle pessime condizioni in cui versa il campo sportivo Flavio Minetola; condizioni che abbiamo ampiamente documentato nei mesi scorsi”.

Anche quest’anno, una delegazione di giovani vegliesi ha partecipato al progetto, realizzato dall’associazione “Jump in” in collaborazione con la Provincia di Lecce, dal titolo “Memoria e Ricordo”. Nello specifico si è trattato di un viaggio alla scoperta dei “luoghi degli orrori” perpetrati durante il primo Novecento. L’itinerario vissuto ci ha dato modo di conoscere le Foibe di Basovizza, la Risiera di San Sabba e i campi di concentramento di Auschwitz e Binkenau.

 

Stamattina, passeggiando nella macchia “Rizzi”, nel feudo vegliese, per un momento ho messo in dubbio la civiltà e il progresso dell’uomo. Rifiuti di ogni genere, amianto ovunque, sufficiente per la copertura di un piccolo capannone. Poi una scena davvero raccapricciante:

ATTENZIONE: IL FILE CONTIENE ALCUNE IMMAGINI CHE POTREBBERO URTARE LA VOSTRA SENSIBILITA'

 

Altri articoli...

video consigliati


Social


Notice: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.controvoci.it/home/new/modules/mod_custom_facebook_display/tmpl/default.php on line 8