L’ARIA CHE RESPIRO – Progetto europeo Light 2015

0
0

ARPA Puglia, oltre a svolgere le funzioni istituzionali a tutela dell’ambiente e della salute attraverso i
monitoraggi ufficiali, promuove, nella convinzione che il contributo dei cittadini rappresenti una risorsa importantissima, un monitoraggio ambientale dal basso.
Il progetto si chiama ISPEX e rientra nel più ampio progetto europeo Light 2015
Attraverso un piccolo dispositivo (ISPEX), che sarà fornito gratuitamente da montare sulla fotocamera, ed all’App ISPEX scaricabile, sempre gratuitamente, è possibile trasformare uno

smartphone in uno strumento scientifico per misurare minuscole particelle nell’atmosfera che contribuiscono all’inquinamento atmosferico e le sue conseguenze.

L’aria che respiriamo la misurano direttamente i cittadini e la App invierà automaticamente il risultato delle misurazioni a una banca dati on-line che, in tutta Europa, valuterà e memorizzerà i risultati di questo monitoraggio.
Il monitoraggio dovrà essere effettuato tra l’1 e il 15 ottobre 2015.
Dopo Roma e Milano, Bari diventa la terza città italiana a realizzare il progetto ISPEX.
In collaborazione con: Regione Puglia, Comune di Bari, Università degli Studi di Bari, IRSA CNR, GAP s.r.l.

Il tutto è stato illustrato in una conferenza stampa svoltasi a Bari presso la sede dell’ARPA Puglia nella quale sono intervenuti: Giorgio Assennato: Direttore generale ARPA Puglia; Pietro Petruzzelli: Assessore Ambiente Comune di Bari; Gianluigi Degennaro: ARPA Puglia – UNIBA.

Scarica la Locandina ISPEX (clicca qui)

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui