“LA XYLELLA E’ UNA MAFIA”

0
0

Superstrada 101 Gallipoli-Lecce. Ai piedi del cavalcavia numero 11, si può notare come un uomo della strada ha interpretato brevemente la questione Xilella fastidiosa. Non sta a me valutare quanto tale definizione sia aderente alla realtà. Sicuramente si può affermare che le organizzazioni criminali in passato hanno cercato di penetrare, di infiltrarsi nelle situazioni in cui ci sono stati ingenti flussi di denaro e importanti interessi economici.
Un’altra osservazione relativa al fenomeno del disseccamento dell’ulivo. Il cittadino ha sempre giustamente considerato il Corpo Forestale dello Stato tra gli autori della tutela dell’ambiente, del contrasto dei reati ambientali. Chi si interessa di

salvaguardia ambientale, ha spesso avuto rapporti di collaborazione con le guardie forestali. Purtroppo negli ultimi otto mesi nelle campagne salentine la percezione a livello sociale degli agenti di guardia forestale è un po’ cambiata, a causa del contestatissimo piano Silletti, che prevede l’eradicazione degli ulivi per trattare il disseccamento.
Due giorni fa il TAR del Lazio ha accolto il ricorso di un proprietario terriero, bloccando l’eradicazione di numerosi ulivi.

Dr Fabio Coppola

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui