Veglie – AUMENTO DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TARI)

0
2

Puntuale come un orologio, a un anno esatto dall’insediamento, la Giunta Paladini fa il primo “regalo” ai cittadini vegliesi: aumento della TARI (Tassa Rifiuti) del 15-17% per il 2016!
D’altronde, se in un anno niente è stato fatto per migliorare la gestione dei rifiuti (se non un misero volantino che invitava la cittadinanza a differenziare e, secondo indiscrezioni, qualche passeggiata di un assessore per “consegnare” gli assegni relativi alla detrazione per le compostiere domestiche), cosa si può pretendere?
Questi i fatti:
1. La raccolta differenziata è rimasta ferma alla misera quota del 17% (uguale al 2015), con il risultato che quest’anno aumenterà notevolmente l’ecotassa (+244%) sempre a carico dei cittadini!
2. nessun invito rivolto alla cittadinanza a richiedere ed utilizzare le compostiere domestiche (ora, a danno causato, cercano di pulirsi la coscienza, ricordando con un manifestino sul sito del Comune di Veglie,

che è ancora aperto il bando per l’assegnazione delle compostiere);
3. nessuna azione concreta per cercare di scovare gli evasori totali (quelli completamente sconosciuti), i furbetti, che permetterebbe di spalmare su un numero più elevato di cittadini la tassa e, quindi, di pagare tutti un po’ di meno!
4. nessun progetto serio per cercare di diminuire la quantità di rifiuti conferita e, quindi, abbattere i costi di smaltimento e trasporto: è semplice, basta copiare quello che sta facendo il Comune di Melpignano che, attraverso l’istallazione di una Compostiera di Comunità, a fronte di un investimento iniziale di 400/500 mila euro, potrebbe permettere di far raggiungere al Comune di Veglie l’autonomia sulla raccolta della frazione umida e abbattere i costi TARI del 40% (circa 800.000 euro in un anno!!!)
Il tutto, approvato con 9 voti favorevoli e 8 contrari! La maggioranza resiste ed esiste, con un solo voto di scarto!

10 giugno 2016

VEGLIEDOMANI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui