RISPOSTA DEL SINDACO DI VEGLIE ALLA LETTERA DEL COMITATO AMBIENTE SANO

0
0

Risposta alla lettera aperta del rappresentante del Comitato Ambiente Sano del 27 dicembre 2016.

Questa mattina  ho ricevuto via e-mail la lettera “aperta” del rappresentante del Comitato Ambiente Sano Sig. Dario Ciccarese e, nel primo pomeriggio, ho visto che la stessa nota era stata pubblicata su un  sito  di informazione locale.

Vista tanta “sollecitudine” rispondo prontamente alla suddetta lettera.

Il sottoscritto ha avuto nel mese di ottobre 2016 un colloquio con il dottor Serravezza e, in quella occasione, ho prima

verbalmente e poi per iscritto comunicato l’intenzione dell’Amministrazione di Veglie di aderire al progetto “Geneo”.

L’adesione dell’Amministrazione di Veglie è stata formalizzata con la nota protocollo 13152 del 19.10.2016, che allego alla presente (vedi allegato),  che ho personalmente (ripeto personalmente) consegnato nelle mani del dottor Serravezza che, ringraziandomi della sensibilità dimostrata,  mi informava, inoltre, del fatto che  il territorio di Veglie era classificato come area “bianca” e non “rossa” come alcuni Comuni a noi vicini. 

È del tutto evidente che non si è attesa la lettera del Comitato Ambiente sano per muoversi ma si è provveduto come si doveva considerato che l’Amministrazione comunale  è l’unica autorità preposta alla tutela dell’ambiente e della salute della cittadinanza, non a caso il Sindaco è riconosciuto dalla Legge come Ufficiale Sanitario Locale.

 Colgo l’occasione per ribadire due concetti.

Il primo: perché prima di dare notizie che il più delle volte risultano, quantomeno, inesatte, non si chiedono alla fonte informazioni? Ammetto che può capitare che vi possano essere delle evenienze che, non conosciute, possano comportare un qualche tipo di “inerzia” ma, se portate a conoscenza del sottoscritto, si  possono certamente affrontare nell’interesse non solo dell’amministrazione ma, soprattutto, della popolazione tutta.

Il secondo: assisto, ormai dal momento dell’insediamento di questa amministrazione, ad un attacco concentrico  nei confronti del sottoscritto e della maggioranza. Le notizie più strampalate e non veritiere vengono “strombazzate” e creano allarmismo ingiustificato, prima, ed “astio”, poi, nei confronti di chi cerca quotidianamente, con grande sacrificio e scarsezza di risorse, di amministrare questa cittadina   nel migliore dei modi possibili ed immaginabili agendo con cognizione di causa sulle reali situazioni e possibilità operative e non lanciandosi in “avventurosi sogni pindarici” come quelli che, abilmente “stromabazzati” da “teatranti che si ritengono  esperti  di amministrazione”, avrebbero ripercussioni “dolorose” sulla nostra cittadina in futuro. La “pubblicità è l’anima del commercio” si dice ma un’amministrazione non è un “esercizio commerciale”  e “l’insana pubblicità” può avere ricadute spiacevoli sia per chi la subisce ma anche per chi la fa.

Vorrei aggiungere tanto altro ma non voglio dilungarmi in questa sede e concludo ribadendo la disponibilità  dei componenti dell’Amministrazione ad avere un confronto con tutti.

Colgo l’occasione per augurare alla cittadinanza buon anno nuovo.

                                                                                                                                             Claudio Paladini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui