LA VITA FACILE DEI VEGLIESI INCIVILI

0
0

LA VITA FACILE DEI VEGLIESI INCIVILI

Nonostante l’ordinanza del Responsabile di Settore della Polizia Locale (n. 22 del 10-04-2017), ampiamente diffusa e confermata da numerosi cartelli segnaletici, che vietava temporaneamente la sosta ambo i lati sulle vie percorse in occasione della Via Crucis cittadina che si è tenuta ieri sera (14 aprile u.s., ndr), dispiace invece constatare di aver contato decine di auto parcheggiate lungo il percorso della processione,

in spregio del divieto e appartenenti, evidentemente, a pseudo cittadini strafottenti delle regole minime del vivere civile di una comunità.

Questi soggetti, bisogna dirlo, comprenderebbero le regole e il rispetto degli altri, solo attraverso sonore sanzioni e salati verbali!

Invece no, gli incivili a Veglie hanno vita troppo facile: nessun provvedimento, nessuna azione (non necessariamente punitiva) dei dirigenti, dei vigili e degli amministratori volta a scoraggiare con forza e con i mezzi a disposizione, tali comportamenti. D’altronde, basta guardare i bilanci comunali:  a qualche anno, è ormai in atto un indirizzo di vera e propria resa verso i furbetti e l’assenza di regole, prevedendo in bilancio, a dimostrazione, proventi da sanzioni relative al Codice della Strada, in diminuzione drastica: siamo passati dai 37.000,00 euro previsti nel 2016 (ma quanto sarà stato poi effettivamente incassato?) ai 20.000,00 euro previsti per quest’anno!

Ma in effetti, non si dice che la classe dirigente non è altro che lo specchio dei propri cittadini?

VEGLIEDOMANI 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui