Un architetto di Leverano dirige i lavori alla Cripta della Madonna della Favana. CI RISIAMO!

0
0

Sono trascorsi oltre 2 anni dall’interpellanza presentata dal gruppo VeglieDomani in Consiglio Comunale, con la quale invitavamo la Maggioranza Paladini a procedere con l’adozione di un regolamento che disciplinasse in maniera chiara ed equilibrata le modalità di conferimento diretto degli incarichi professionali, che ci troviamo, purtroppo, di nuovo a constatare e chiedere per quale motivo, relativamente ai lavori per la messa in sicurezza degli affreschi presenti all’interno della Cripta della Madonna della Favana e per le opere di manutenzione ordinaria e straordinaria dell’immobile ex conventuale dei Frati Francescani, si sia proceduto ad affidare semplicemente tramite un incarico diretto (quasi fosse una semplice

manutenzione stradale…), attingendo discrezionalmente dall’elenco dei professionisti del Comune?
Facciamo notare che stiamo parlando di un intervento molto particolare e delicato, riguardante i nostri beni architettonici e storici più importanti, per il quale con decreto del Ministro delle Attività Culturali e del Turismo di concerto con il Ministro delle infrastrutture n. 560 del 3/08/2016, il comune di Veglie ha ricevuto un finanziamento per un importo di € 400.000,00.
– Affidiamo il nostro bene architettonico e storico più importante nelle mani di un architetto di Leverano (del quale, naturalmente, non mettiamo in discussione la professionalità) secondo quali criteri? Non dovremmo sapere che tipo di opere concretamente devono essere fatte per la messa in sicurezza degli affreschi e la manutenzione dell’immobile ex conventuale?
– Non sarebbe stato più opportuno e doveroso, considerando che comunque ne avremmo avuto tutto il tempo, (la concessione del suddetto finanziamento risale all’agosto del 2016) e considerando la delicatezza degli interventi da effettuare, procedere mediante un avviso pubblico con rigorosi criteri professionali prestabiliti e con una commissione di competenti per la valutazione degli stessi?
– È stata opportunamente coinvolta la Soprintendenza per i B.A.A.S. della Puglia, considerando che tali immobili sono sottoposti a vincolo di tutela da parte della stessa?
– La maggioranza, si è assunta la responsabilità di fornire un atto di indirizzo al responsabile LL.PP. per la scelta del professionista, data la rilevanza storica e culturale degli immobili su cui si sta intervenendo?
– L’assessore ai Lavori Pubblici Armonico, ha acconsentito a tale procedura? Non avrebbe dovuto manifestare le nostre stesse perplessità e preoccupazioni per questo importante intervento?

Veglie, 15/12/2017

VEGLIE DOMANI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui