LETTERA AI CANDIDATI SINDACI

0
0

Afi Veglie

Via San Giovanni n. 45

 73010 Veglie (Le)

 afiveglie@libero.it

Lettera ai Candidati Sindaci
(inviato per la pubblicazione)
 Non c’è sviluppo e non c’è futuro senza la famiglia aperta alla vita, che cura i figli naturali, adottati o affidati – bene sociale primario -.
Famiglia che diventa prossima di altre famiglie e che si associa con altre famiglie per costruire una società dal volto umano, solidale e sussidiario.
 

LETTERA AI CANDIDATI SINDACI PER UN COMUNE A MISURA DI FAMIGLIA

 

Ai Candidati Sindaci

Ai Candidati Consiglieri Comunali
 

Oggetto: Per un Comune a misura di famiglia

L’ AFI Veglie – Associazione delle Famiglie  , aderente al Forum delle Associazioni Familiari, soggetto attivo nella promozione e nel sostegno della famiglia quale società naturale fondata sul matrimonio, ai sensi degli artt. 29, 30 e 31 della Costituzione Italiana

CHIEDE

che le ragioni della famiglia e le politiche familiari entrino a pieno diritto nel dibattito politico per il rinnovo del Consiglio Comunale di Veglie e propone ai candidati, una serie di interventi mirati al benessere delle famiglie e all’equità sociale.

Pertanto si allega il MANIFESTO DELLE FAMIGLIE, elaborato in collaborazione con il Forum delle Associazioni Familiari, chiedendo ai candidati di sottoscriverlo e ad impegnarsi a favore di tutte le famiglie della  nostra comunità locale.

Veglie lì 15/05/2015

 Il Coordinatore Afi Puglia

 Santino Mazzotta

 

ELEZIONI COMUNALI VEGLIE  2015

PER UN COMUNE A MISURA DI FAMIGLIA – MANIFESTO DELL’ AFI VEGLIE

RICOMINCIAMO DALLA COSTITUZIONE

• Art. 29. La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul

matrimonio. Il matrimonio è ordinato sull’eguaglianza morale e giuridica dei coniugi, con i limiti

stabiliti dalla legge a garanzia dell’unità familiare.

• Art. 30. È dovere e diritto dei genitori mantenere, istruire ed educare i figli, anche se nati fuori

del matrimonio.

• Art. 31. La Repubblica agevola con misure economiche e altre provvidenze la formazione della

famiglia e l’adempimento dei compiti relativi, con particolare riguardo alle famiglie numerose.

Protegge la maternità, l’infanzia e la gioventù, favorendo gli istituti necessari a tale scopo.

•Art.. 53. Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità

contributiva. Il sistema tributario è informato a criteri di progressività.

• Art. 117. La Repubblica è costituita dai Comuni, dalle Province, dalle Città metropolitane, dalle

Regioni e dallo Stato. I Comuni, le Province, le Città metropolitane e le Regioni sono enti

autonomi con propri statuti, poteri e funzioni secondo i princìpi fissati dalla Costituzione.

• Art. 118 u.c. Stato, Regioni, Città metropolitane, Provincie e Comuni favoriscono l’autonoma

iniziativa dei cittadini, singoli o associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla

base del principio di sussidiarietà.

LE POLITICHE FAMILIARI

• Sono previste dalla Costituzione che le pone a carico della Repubblica, costituita da Comuni,

Province, Città metropolitane, Regioni e Stato.

• Sono fondate sulla sussidiarietà orizzontale e verticale.

• Sono politiche ordinarie e strutturali, non di emergenza né assistenziali.

• Sono complementari alle politiche sociali e le precedono.

Promuovono l’agio e il benessere e in tal modo prevengono il disagio e il malessere delle

persone e della famiglia

• Devono mirare a garantire l’unità familiare, agevolare la formazione della famiglia e

l’adempimento dei suoi compiti.

• Sono orientate al bene delle persone e del nucleo familiare.

• Sono indispensabili per garantire alla società uno sviluppo ordinato e sostenibile.

PROPOSTE DI POLITICHE FAMILIARI PER I CANDIDATI

1. Tutela dell’istituto familiare :

– sostegno alla natalità;

– valorizzazione e difesa dei suoi compiti di cura;

– promozione delle relazioni familiari e dell’associazionismo.

2. Alleanza politica CON la famiglia :

– introduzione dell’associazionismo familiare come organo consultivo delle politiche comunali;

– introduzione della VIF, Valutazione di Impatto Familiare, nelle politiche comunali, strumento

utile per effettuare una valutazione analitica dell’impatto e dell’efficacia dei provvedimenti

dell’ente pubblico sulla famiglia come soggetto sociale;

– introduzione di misure di equità nella fiscalità comunale, attraverso l’elaborazione di politiche

tariffarie di accesso ai servizi modulate sui carichi familiari e sulla capacità contributiva delle

famiglie.

 

ADESIONE AL MANIFESTO

 

Io sottoscritto ______________________________________________________________________________________

candidato alle elezioni amministrative 2015 per il consiglio comunale di  Veglie per il partito/lista civica ______________________________________________________________________________________

concordo e mi impegno a raggiungere quanto proposto nel Manifesto dall’ AFI Veglie.

 

Data________________                                 Firma_______________________________

PRIVACY. A seguito della sua adesione all’iniziativa tratteremo i dati che la riguardano al solo fine di comunicare a  tutti i soci AFI  ed a  rendere pubblica la sua adesione al Manifesto.

 Il modulo di adesione debitamente compilato e sottoscritto dal candidato puo’ essere consegnato alla sede dell’ AFI Veglie in via S. Giovanni n. 45,  oppure inviato  via email all’indirizzo:  afiveglie@libero.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui